fbpx

Esperienza Immaginativa

Esperienza Immaginativa e Esperienza estetica


di Maurizio Talamoni

Le immagini sono la piu’ personale e arcaica forma del linguaggio umano, appartengono all’area del pre-verbale, e prescindendo dalle differenze di natura estetica, attraverso il loro valore simbolico ed espressivo ci forniscono un piu’ ampio orizzonte di comunicativita’, di comprensione di se stessi e della realta’ che ci circonda... Leggi il resto…

Esperienza Immaginativa, Esperienza estetica, Misticismo


di Maurizio Talamoni

R. Desoille descriveva l’immagine, nella sua definizione più concreta, come risultato di una percezione, a volte prolungata e riportata nello spazio e nel tempo attraverso la memoria. In questo attraversamento nell’Immaginario e nell’introspettività che paziente e terapeuta compiono insieme nel ri-vivere lo scenario dell’Esperienza Immaginativa, si attiva un sentire e un pensare inconscio reciproco che si sviluppa progressivamente in una polisensorialità, origine di rappresentazioni immaginative terapeutiche ma anche estetiche, dove forma, sentimento e simbolo vengono comunicate (dal paziente) in una coappartenenza di corpo e anima, ma anche di Io e Tu (paziente e terapeuta).. Leggi il resto…

Robert Desoille, Il Rêve Eveillé Dirigé in psicoterapia, via règia dell’immaginario


Recensione di Valeria Chiore

Seduta in cui viene evocato un immaginario creativo, a partire da uno stato di veglia attenuata, ottenuta attraverso il rilassamento”, il Rêve Eveillé Dirigé “prende avvio dalla proposta, da parte del terapeuta, di un’immagine iniziale (immagine induttrice) avente valore simbolico collettivo (archetipo) o personale; il terapeuta può interagire durante la produzione immaginativa con degli interventi verbali, che Desoille realizzava come spostamenti secondo un asse verticale o orizzontale… Leggi il resto…